GEOPARCHI / DOPPIO SCHIAFFO ALLA SARDEGNA

di ALESSANDRO BALDASSERINI 

Non ho visto Cinquanta sfumature di grigio, ma mi immagino la scena anche se stavolta a parti invertite: lei, Alessandra Casini, Signora e “dominatrice” di Tutte le Rocce di fronte ad un sottomesso e bendato Gian Luigi Pillòla, Commissario “degradato” del Geoparco minerario della Sardegna… Va beh, usciamo dalla sciocca (e, lo ammetto, per certi versi becera) metafora: era tanto per rendere l’idea. Perchè qualcosa di importante, e per gli amici sardi umiliante, è avvenuto e se nell’Isola nessuno si accorge (o fa finta…) di quanto accade attorno a loro, qualche domanda bisognerà pur incominciare a farsela. Il tutto, mentre a Cagliari infuria la bufera giudiziaria che ora (dopo Igea e Carbosulcis) ha investito la passata gestione commissariale del Parco: ma di questo parleremo a parte. Dunque, sembra proprio che si sia avverato quanto da noi anticipato nel lontano dicembre 2012: e cioè che il famoso “Accordo” a suo tempo stipulato fra i due principali Parchi geominerari italiani altro non era che l’anticamera dell’annessione e del predominio delle Colline Metallifere su quello sardo. A distanza di poco più di due anni, i fatti sembrano intestardirsi a darci ragione. Almeno su una cosa: che i “rapporti di forza” si sono squilibrati e del tutto rovesciati. Quello che per l’Unesco era il “primo Geoparco al mondo” ed il primo parco minerario italiano (se non altro per data di nascita, vastità territoriale e struttura organizzativa, budget ministeriale compreso) adesso conta come il 2 di picche ed il suo ruolo svilito a (s)comparsa non protagonista. Avviene così che il coordinamento dell’European Geoparks Network consigli e “raccomandi” ad una delegazione di un parco minerario norvegese che sta per candidarsi alla Rete dei Geoparchi di visitare e studiare quello delle Colline Metallifere indicato come “modello” esemplare da seguire. Se la cosa da una parte (e mi scuso per la citazione personale) come ex responsabile dellacomunicazione mi riempie di una certa soddisfazione, dall’altra dimostra quale sia il livello di “considerazione” in cui è tenuto quello della Sardegna, la cui “Carta di Cagliari” del 1998 è definitivamente stracciata… Anche perché è la seconda volta che ciò accade: avvenne anche con la delegazione di un parco minerario sud coreano nel 2011. Segno che non si tratta più di una “coincidenza”, bensì di una convinzione acclarata. Succede poi che il prossimo 28 febbraio a Massa Marittima si celebri la presentazione del volume sui “Codici Minerari”. Che altro non è che la raccolta degli Atti del convegno internazionale organizzato congiuntamente nel 2008 dai Parchi delle Colline Metallifere e della Sardegna e che si svolse, con una formula all’epoca rivoluzionaria, in contemporanea ad Iglesias e nel comune toscano, con la cerimonia d’inaugurazione via video tra le due sedi. Un convegno che ebbe una grande risonanza a livello europeo e di cui si attendeva con grande interesse nel mondo accademico, e non solo, la pubblicazione degli atti. Orbene, il volume (che farà il giro d’Europa), curato dall’Università di Siena su commissione di indovinate chi, cita soltanto (vedi invito a pag. 3) il Geoparco delle Colline Metallifere, e i relatori del convegno tutti toscani. Il Parco geominerario della Sardegna non è menzionato, come se non fosse mai esistito e compartecipe. Alla faccia del “Patto” di partnership pomposamente firmato nell’agosto del 2012 tra i due Parchi… E a questo proposito: che fine ha fatto quell’Accordo di Programma? Fu ventilata l’ipotesi che celasse un interesse per le pratiche di fracking. Ora, nelle carte dell’inchiesta su Carbosulcis, si legge di un progetto “CCS” (Carbon Capture and Storage) ovvero fracking. Solo coincidenza? Non so se in 50 sfumature… oltre al frustino si contemplassero anche gli schiaffi. Per certo, due sonori ceffoni se li è presi la Sardegna. 

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...